Occhiaie e Borse sotto gli Occhi dalla chirurgia al laser per eliminarle

Occhiaie e borse sotto agli occhi sono due dei peggiori inestetismi del viso. Una persona su du è circa si concentra su queste zone nell' ottica di un ringiovanimento del volto anche se i rimedi per risolvere definitivamente la questione sono legati alla chirurgia estetica.

Perchè si formano le borse sotto gli occhi:
questo inestetismo non è altro che un accumulo di grasso che si accentua con l'età. I tessuti che circondano l'occhio, compresi aluni dei muscoli che sostengono le palpebre, perdono tonicità e il normale grasso che aiuta a sostenere i bulbi oculari può spostarsi nella palpebra inferiore causando il gonfiore.

Attenzione però a non confondere il gonfiore con una situazione temporanea legata ad esempio ad un'allergia, di infezione o di ritenzione idrica.

Le occhiaie:
si presentano sotto la palpebra inferiore e sono di colore scuro. In alcuni casi sono determinate da una vasodilatazione dei capillari e possono presentarsi per stress, stanchezza, disturbi legati alla circolazione, oppure può darsi che ci sia una predisposizione genetica.

I rimedi:
sia per le borse che per le occhiaie possiamo intervenire con degli impacchi freddi o cercando di dormire con la testa un po' sollevata che facilita la circolazione sanguigna. Ci sono terapie dermatologiche che risolvono il problema, sono le stesse che si usano per le rughe, ovvero laser e peeling chimico.

Se invece si desidera ricorrere alla chirurgia estetica bisogna eseguire un intervento di blefaroplastica. Il grasso delle borse viene eliminato tramite un'incisione nella parte interna della palpebra che non lascia nessuna cicatrice.Oltre a correggere le borse sotto gli occhi la  blefaroplastica può essere utilizzata anche per le palpebre superiori gonfie o cadenti e per la pelle in eccesso sulle palpebre inferiori.

La blefaroplastica, nell'ottica di un ringiovanimento del viso può essere accompagnata dal lifting medio facciale o dal lipofilling (introduzione autologa di grasso prelevato da un altra parte del corpo) nel caso di perdita di volume del viso.

Nel caso delle occhiaie si può usare anche l'acido ialuronico che viene utilizzato per riempire il solco che determina l'inestetismo. In questo caso però si tratta di un effetto limitato nel tempo, da 4 a 10 mesi. Oppure c'è il laser a luce pulsata Ipl che vaporizza i vasi sanguigni così marcati.

Importante per i pazienti fumatori che limitino le sigarette nei mesi che precedono e seguono la blefaroplastica, questo perchè la nicotina limita l'ossigenazione dei tessuti compromettendo la cicatrizzazione.

Prezzi: per una blefaroplastica superiore ed inferiore ci vogliono dai 3 mila ai 5 mila euro, la metà se l'intervento si limita solo ad una delle due parti. Per il laser Ipl il costo è di circa 500 euro mentre poco meno costano le iniezioni di acido ialuronico.

La radiofrequenza estetica per rughe, grasso e cellulite

I macchinari che fanno uso della tecnologia della radiofrequenza estetica per combattere il fotoinvecchiamento della pelle si sono molto evoluti negli ultimi 5 anni arrivando a proporre risultati “importanti” per i pazienti che la utilizzano.

La radiofrequenza, RF, è arrivata negli Stati Uniti nel 2000 per poi approdare anche in Europa ed in Italia. Utilizzata inizialmente come trattamento adiuvante del tumore gastrointestinale, per combattere occlusioni endovascolari, successivamente è approdata nel campo della medicina estetica. 

Viene ora utilizzata per ridurre rughe, macchie, cicatrici post acne, per dare tono e luminosità al volto e anche per eliminare l'adipe in eccesso e la cellulite. Tutto ciò in maniera non invasiva, senza l'utilizzo del bisturi del chirurgo. 

Come funziona: vengono applicati due elettrodi, posti uno di fronte all' altro appoggiati sulla parte da trattare. Questi elettrodi si scambiano delle onde radio con una frequenza di circa 3 Mhz. Avete presente il funzionamento del forno a microonde? Scalda senza fuoco, ma grazie all'energia delle onde elettromagnetiche producono calore. Il calore nel corpo umano altera il tessuto stimolando la produzione di collagene, responsabile dell' elasticità della cute. Ci sono tantissimi macchinari che utilizzano la radiofrequenza, così come sono tanti i centri estetici che la propongono. Purtroppo molti di questi hanno un efficacia limitata, fra quelli più in voga c'è anche Thermage

Ci sono dispositivi unipolari, monopolari, che utilizzano un singolo elettrodo posto sulla zona da trattare. La profondità di penetrazione della radiofrequenza monopolare dipende dall'impedenza, ovvero il tipo di tessuto del paziente, e dalle dimensioni dell'elettrodo. I dispositivi bipolari sono costituiti da due elettrodi posti sulla zona da trattare. 

La profondità di penetrazione della radiofrequenza si basa sulla impedenza del tessuto e la distanza tra i due elettrodi. Maggiore è la distanza tra gli elettrodi, minore la profondità della penetrazione. La radio frequenza bipolare RF è più superficiale di quella monopolare. Chiaramente, per il trattamento di riduzione del grasso in eccesso, maggiore è la penetrazione del calore migliore sarà il risultato. Quindi, un sistema monopolare sarebbe più efficace. Tuttavia, non è ancora chiaro quale profondità è richiesta per stimolare la produzione di collagene. 

Efficacia: gli studi condotti su cavie trattate con la RF hanno dimostrato un aumento di spessore del derma, di collagene, delle fibre elastiche e dei mucopolisaccaridi. La componente più difficile per analizzare le ricerche risiede però nella misurazione della distensione della pelle. La maggior parte degli studi che utilizzano i dispositivi RF si basano su indagini di soddisfazione dei pazienti e di classificazione fotografica. Anche la più piccola variazione della posizione della testa del paziente influenza però le valutazioni stesse. I tentativi di standardizzare quest'ultime sono stati fatti mediante dispositivi che misurano la "rigidità" della cute e la “lassità”.A complicare ulteriormente i risultati c'è poi il fatto che in alcuni pazienti gli effetti della radiofrequenza sono immediati, mentre in altri possono volerci da uno a quattro mesi per essere evidenti. Insomma i risultati ci sono, ma in che grado e qualità non è dato sapere in maniera scientifica. 

Rischi e complicanze: gli effetti collaterali della radiofrequenza sono legati alle proprietà termiche del trattamento stesso. La maggior parte dei pazienti dopo la seduta presenta un eritema che solitamente va via in un arco di tempo compreso tra 30 minuti e diversi giorni. Ustioni e vesciche sono rare ma possono avvenire se la pelle non è adeguatamente raffreddata o se i manipoli vengono tenuti a contatto con la cute per troppo tempo. Rari, ma non impossibili casi di ulcerazioni dei tessuti. 

Prezzi: una seduta di radiofrequenza per il viso per le rughe costa circa 700-800 euro, ma ciò dipende dal professionista che esegue il procedimento e dal macchinario utilizzato, nonché dalla città in cui è presente il centro estetico: a Napoli un trattamento costerà sicuramente di meno rispetto a Milano o Trieste.